Bandakadabra

29-31 Agosto 2014 – ore 12:00 Spiagge – ore 19:00 Itinerante nel paese

BANDAKADABRA
Beach Parade e Street Parade

Gipo Di Napoli – percussioni e facezie
Massimo Rossi – sax soprano
Fabio Rista, Stefano “Piri” Colosimo e Giulio Piola – tromba
Simone Garino e Luciano Cumino – sax alto
Stefano Chiapello – sax tenore
Cecio Grano e Renato Vola – sax baritono
Gabriele Dresdo e Max Vienco – Tuba, Susafono
Giulio Rosa – tuba, trombone a pistoni
Andrea Berno – Bombardino
Elia Zortea – trombone
Renato Tarricone – percussioni

Santa Teresa Gallura

Spiaggia Rena Bianca

  Ingresso libero

Carlo Petrini, giornalista, fondatore di Slow food, l’ha definita una fanfara urbana. Calzante definizione per una street band marching che fa della città il suo panorama d’elezione e della strada non solo il luogo in cui esibirsi, ma anche dove trarre ispirazione. Nata nel 2005 a Torino, Bandakadabra ha saputo compiere negli anni un percorso artistico che l’ha portata prima ad esplorare le sonorità della musica balkan e mitteleuropera per poi approdare a un repertorio originale in cui prevale l’influenza jazz e latin. I brani sono composti da Massimo E. Rossi, sassofonista della band con una sensibilità artistica poliedrica, capace di spaziare tra generi diversi con intelligenza e raffinatezza.
Nel 2013 il gruppo cambia pelle, stile e formazione: alcuni componenti lasciano la band che si arricchisce di giovani musicisti con una solida esperienza live (Africa Unite, Sweel Life Society, Persiana Jones).L’elemento teatrale resta affidato alla verve dissacrante dell’istrionico percussionista Gipo Di Napoli, front-man storico del gruppo. La Bandakadabra inizia così a offrire uno spettacolo ironico e surreale , dove la musica si unisce all’improvvisazione e al teatro. Il risultato di questa sovrapposizione di stili è uno show musicale trascinante che in pochi mesi raggiunge le 60 repliche in giro per l’Italia e all’estero.
Di particolare rilievo è la partecipazione nell’estate 2013 al Durham Brass Festival, all’Edimburgh jazz festival, e al Festival Jazz di Torino, tappe prestigiose di un percorso musicale che aveva già portato la banda a farsi conoscere e apprezzare nei festival Musica sulle Bocche (Santa Teresa di Gallura) e Ai confini tra la Sardegna e il jazz (Sant’Anna Arresi).
L’avvenuta maturazione del gruppo è inoltre testimoniata dal livello delle collaborazione realizzate negli anni: se nel 2012, la banda aveva ospitato nei suoi live Gianluigi Carlone (Bada Osiris) e Roy Paci, nel 2013 la fanfara torinese inizia a lavorare con i Marta sui Tubi, uno dei gruppi più interessanti della scena musicale italiana, il poeta Guido Catalano, autore di composizioni ironiche e stralunate e Fabio Barovero, musicista, compositore e produttore artistico.
Capace di affrontare sia concerti itineranti che da palco, la Bandakadabra, ha prodotto due album (l’ultimo quali è distribuito on line dalla Felmay) ed è stata coinvolta dai Marta sui Tubi nella registrazione dell’album Salvagente e nel loro primo disco disco live, distribuito dal supplemento di Repubblica XL nel giugno 2013, nella raccolta Balkanica! dei FeelGoodProductions, nel disco di Natale appena pubblicato da Federico Sirianni, nelle colonne sonore dell’ultimo film di Davide Ferrario scritte da Fabio Barovero, nel disco di esordio della Banda Elastica Pellizza, vincitore della Targa Siae Tenco del 2009.

Formazione: Gipo Di Napoli (percussioni e facezie) Massimo Rossi (Sax soprano), Fabio Rista (Tromba), Stefano “Piri” Colosimo (Tromba), Giulio Piola (Tromba), Simone Garino (Sax alto), Luciano Cumino (Sax alto), Stefano Chiapello (Sax tenore), Cecio Grano (Sax baritono), Renato Vola (Sax baritono), Gabriele Dresdo (Tuba, Susafono), Giulio Rosa (Tuba, trombone a pistoni), Max Vienco (Tuba, Susafono), Andrea Berno (Bombardino), Elia Zortea (trombone), Renato Tarricone (Percussioni).